Gruppo Sommozzatori Riva 50°
1969-2019

News

COMSUBIN INCONTRA GRUPPO SOMMOZZATORI RIVA


 Con grande soddisfazione dell?intiero Consiglio Direttivo del Gruppo Sommozzatori Riva del Garda si è svolta nella serata di venerdì 26 febbraio presso la sede di P.to S.Nicolò un incontro di natura sportivo-culturale con un autorevole rappresentante di COMSUBIN (acronimo di Comando Subacquei e Incursori): il Capitano di corvetta Giampaolo Trucco. Il relatore della serata ha intrattenuto una platea di sommozzatori sportivi provenienti da vari circoli e scuole della regione relazionando su una serie di argomenti e tematiche straordinariamente interessanti. Il Comandante, affabile e disponibile, ha spiegato e parlato del prestigioso ente della Marina Militare Italiana che rappresenta da sempre il fiore all?occhiello delle nostre Forze Armate, il COMSUBIN appunto.

Particolarmente coinvolgenti i racconti e le descrizioni fatte sul leggendario raggruppamento Palombari e sulle attività che quest?ultimo svolge.

La serata ha permesso a tutti i partecipanti di cogliere l?occasione per confrontarsi con una realtà di eccellenza mondiale per quanto riguarda la disciplina subacquea mettendo a disposizione una quantità notevole di filmati, fotografie e quant?altro potesse permettere di comprendere a fondo il senso di cosa significhi lo sforzo che la Marina ha compiuto in 160 anni di attività. E? emerso in tutta la sua dirompenza quale sia stato il contributo in termini di supporto scientifico e metodologico che la Marina ha dato alla subacquea ricreativa e sportiva negli ultimi 60 anni.

La platea ha particolarmente gradito il contributo di tradizione e di cultura dell?andar sott?acqua che intelligentemente il ComandanteTrucco è riuscito a trasmettere.

Molto interessante e gradita è stata la descrizione dei reparti GOS (Gruppo Operativo Subacquei), di Nave Anteo e di alcuni raggruppamenti speciali quale il ?Nucleo  S.P.A.G?, avio/eli lanciato (i componenti vengono paracadutati in mare con tutte le attrezzature), altamente specializzato nel prestare soccorso al personale di sommergibili incidentati. Tale Nucleo è quasi unico al mondo.

Altro momento particolarmente intenso ed emozionante è stato il racconto del Comandante nella spiegazione della storia dei Palombari a partire dal lontano 1849 con aneddoti sulle missioni che hanno lasciato la platea esterrefatta da tanto coraggio e ardimento.

Si è parlato di sicurezza dell?immersione sportiva, di limiti operativi e di ricreatività.

Particolarmente apprezzata è stata anche la discussione sulle corrette metodologie di intervento in casi di emergenza e la loro corretta gestione.

Con un linguaggio semplice e accessibile a tutti, Trucco è riuscito a coinvolgere la numerosissima platea in tematiche molto complesse come la descrizione di tecnologie avanzatissime quali i sofisticati Rebreather in dotazione ai reparti e lo scafandro ADS (Atmospheric Diving Suit), una specie di minisommergibile antropomorfo capace di raggiungere la profondità di 300 metri.

Il Comandante ha messo in evidenza la natura poco offensiva del raggruppamento Palombari a fronte della funzione straordinariamente offensiva degli Incursori che operano all?interno della stessa Caserma.

Ruolo fondamentale svolto dai Palombari ? segnalava Trucco ? è la bonifica di ordigni e residuati bellici inesplosi di qualsiasi natura rinvenuti sott?acqua che ogni anno vengono rinvenuti soprattutto nei laghi. Nel corso del solo 2009 sono stati bonificati più di 6000 pezzi.

La serata si è conclusa  dopo la mezzanotte a causa delle moltissime domanda e curiosità che i presenti hanno rivolto al Comandante che molto professionalmente ha risposto con calma e simpatia.

 

Richiedi Informazioni elenco